Come il brutto anatroccolo diventa un maestoso cigno, così da un pò di farina e zucchero, puoi creare delizie per gli occhi e per il palato.



giovedì

Vulisse na’ sfugliatella?



La sfogliatella riccia, una delizia classica campana, è tra quei dolci di non facile preparazione, e come al solito più è difficile l'impresa più mi accaloro a metterla in pratica. Questa preparazione ha bisogno di un bel po' di tempo, e di buone braccia.


Per la sfoglia :
  • 500 gr di farina
  • 200 gr di acqua
  • 20 gr di miele
  • 5 gr di sale
  • 150 gr di strutto (sugna)

Per la farcia

  • 900 gr di acqua
  • 1piz di sale
  • 300 gr di semolino
  • 300 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 250 gr di zucchero
  • vanillina
  • 80 gr di canditi

procedimento per la sfoglia:

Unire tutti gli ingredienti tranne la sugna, noterete che l'impasto è durissimo, è proprio così, conviene lavorarlo con un robot, una volta che si è compattato ungerlo con un pò di sugna fusa e porlo in frigo per tutta una notte. A l mattino riprendere l'impasto e stenderlo un pò col matterello prima di passarlo nella sfogliatrice, io ho usato l'imperia, tirala fino all'ultima tacchetta, poi man mano che esce allargarla con le mani fino a renderla sottilissima. far fondere la sugna e pennellarla sulla sfoglia ed incominciare ad arrotolare



una volta che tutto l'impasto è finito, avvolgerlo in pellicola e far assodare in frigo, io preferisco far riposare tutta la notte.
Riprendere il rotolino e tagliare a fettine di 1cm 1cm e mezzo. ora viene il bello, dovete far scivolare le sfogliette fino a creare un cono dove poi mettere la farcia che si fa così:
far bollire l'acqua col sale poi unire il semolino e cuocere, far raffreddare unire tutto il resto degli ingredienti e riempire la conchiglia, chiudere e cuocere in forno a 200° fino a doratura, adagiati in una teglia con carta forno. far raffreddare e spolverare con zucchero a velo.

6 commenti:

Vera ha detto...

Ciao Carmen... so che chiedo un po' la luna, ma hai idea di quale sostituto vegetariano potrei usare al posto dello strutto? E' così importante che sia proprio strutto?

Sai, purtroppo essendo diventata vegan molto giovane non ho molta esperienza di cucina "onnivora", quindi non so bene come sostituire gli ingredienti... :(

Un bacio!
Vera

Carmen ha detto...

ciao vera
la sfogliatella tradizionale è fatta prettamente con lo strutto, potresti usare la margarina come si fa per la pasta sfoglia, ma il problema potrebbe esserci nel creare le conchiglie nn so se scivola, per pennellare il rotolo dovresti usare margarina fusa e fin lì ci siamo, il problema è far scivolare per creare la sfogliatura classica, nn so se il burro c'è solo animale, ti conviene fare una piccola dose e provare, con quuesta ricettane vengono 24. fammi sapere ma sappi che cmq il sapore della sfoglia sarà un tantino diverso, se vuoi fare una prova usa la pasta fillo la ungi con la margarina e arrotoli poi crea dopo la sosta in frigo le conchiglie, se vedi che va bene prepari la sfoglia con questa ricetta. fammi sapere
baci

Kniendich ha detto...

Ciao cara, ho provato a fare una torta salata con la pasta sfoglia e mi è venuta gradevole... avresti una ricetta semplice e gustosa sempre con la sfoglia da fare velocemente a cena?

Ti ringrazio e ti seguo, lavoro permettendo, con grande interesse...

Carmen ha detto...

domani ti posterò qualcosa
ciaoooo

Francesca ha detto...

wow, hai realizzato un'impresa eccellente.

Francesca

Marcela ha detto...

Non avevo visto che avevi fatto le sfogliatelle! Che meraviglia, complimenti davvero...
Le adoro, dovrei provare anche io a farle, ma dubito di avere risultati così belli. ;)
Un bacio,
Marcela