Come il brutto anatroccolo diventa un maestoso cigno, così da un pò di farina e zucchero, puoi creare delizie per gli occhi e per il palato.



mercoledì

“Ricetta AdHocStabia-Premia La Tradizione” Paccheri alla Pescatrice





AdHocStabia-Premia la tradizione, ha indetto un contest per  le blogger d'Italia 
per aderire inviare all'e-mail:
info@gustomediterraneo.it  link del blog dal 15 al 27 Dicembre,con foto e descrizione di una ricetta della tradizione natalizia del proprio territorio di origine con titolo:"Ricetta AdHocStabia-Premia la Tradizione".
La più particolare sarà premiata la sera del 30 Dicembre alle ore 20 con il taglio del nastro della Notte Bianca,con un ampio cestino di leccornie ed una targa ,per poi salutare il 2014 e dare il benvenuto al nuovo anno con il concerto di musica classica. A Castellammare di Stabia Notti Bianche ADHOCSTABIA,giorno 23 e 30 Dicembre dalle ore 20 alle 0re 2 si rivive la tradizione del mercato ittico Stabiese, con concerto Gospel, musica classica , pizza Napoletana, Baccalà fritto, frittele dolci e panettone. Il tutto ricordando le tradizioni Stabiesi di Immacolata e festeggiamenti del Santo Patrono.
 
Il Natale napoletano è caratterizzato oltre che dal presepe, dal gioco della tombola, dalle novene dei zampognari e dal “Natale in casa Cupiello inevitabilmente anche dal menu natalizio che nelle famiglie più legate alla tradizione è un rito irrinunciabile. Sia il cenone della Vigilia che il pranzo di Natale assumono dei caratteri ben definiti, il primo dominato dal pesce…
Questa è una ricetta semplice e gustosa allo stesso tempo…dove domina  “la rana pescatrice o coda di rospo”appartiene alla famiglia delle Lophiidae, un pesce prelibato dalle carni magre. Il suo sapore è diverso a seconda della provenienza: quelle pescate in Adriatico hanno carni sode ed un gusto delicato, quelle pescate in Sicilia per la diversa alimentazione a volte hanno carni con un sapore più intenso. Per essere sicuri che sia fresca, la coda di rospo deve essere acquistata intera, con tutta la testa, con la quale fra l’altro si possono cucinare inoltre anche ottime zuppe di pesce. Come non usare la mitica pasta di Gragnano?
ingredienti:
  • 400 gr di paccheri di Gragnano
  • 300 gr di Coda Di Rospo (rana Pescatrice)
  • 5-8 Pomodorini prezzemolo
  • 1 Spicchio di Aglio
  • 1/2 Bicchiere - Vino Bianco
  • Olio extra vergine d'oliva
  • peperoncino
In una padella mettete lo spicchio d'aglio con l'olio, fate imbiondire, aggiungete i pomodorini, fate cuocere per una decina di minuti a pentola coperta, aggiungete il peperoncino e il sale, unite poi la pescatrice tagliata a tocchetti, sfumate col vino e continuate la cottura, alla fine aggiungete il prezzemolo. Cuocete i paccheri in abbondante acqua salata, scolateli al dente ed amalgamateli al sugo preparato in precedenza. Servite.

Lo sapevi che…

La crema chantilly

La crema chantilly così chiamata in onore del castello di Chantilly, nel feudo del Principe di Condé. Presso il quale lavorava il pasticcere François Vatel a cui viene attribuita la ricetta.
In Italia per crema chantilly si intende una crema a base di crema pasticciera “alleggerita” con panna montata. Invece in Francia con il nome di crema chantilly si indica la panna montata e zuccherata!!!

crema-chantilly

Lo sapevi che…

La ganache al cioccolato

La ganache al cioccolato è una preparazione di origine francese a base di cioccolato e panna, ideale per farcire Torte e Cupcakes. Il termine ganache in lingua francese significa “maldestro”; la storia vuole che un pasticcere apprendista, per errore, fece cadere del cioccolato in una pentola contenente panna calda. Inventando cosi la crema ganache!

 

480814793[1]

giovedì

Torta pan d’arancio

522435_10201977889341299_1444832777_n

Una ricetta di Giallo zafferano

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA DA 26 CM

300 gr di farina

300 gr di zucchero

3 uova intere

100 gr di olio di semi

100 gr di latte

16 gr di lievito in polvere per dolci

1 arancia intera (con la buccia) non trattata

La fetta di un’arancia per la decorazione

Zucchero a velo per la superficie q.b.

PROCEDIMENTO

Lavare e tagliare a cubetti l’arancia, compresa la buccia.

Quindi pesare gli ingredienti e inserirli in un mixer. Se non disponete di un mixer, potete preparare l’impasto anche a mano e aggiungervi in seguito l’arancia ben frullata.

Inserire quindi nel mixer la farina, lo zucchero, il lievito, l’arancia a pezzetti, il latte, l’olio e le tre uova.

Azionare il mixer a lama e lasciar lavorare l’impasto qualche minuto.

Intanto foderate una teglia a cerniera da 26 cm con della carta forno, anche ai bordi. Vi consiglio di imburrare prima la superficie, così la carta forno rimarrà ben aderente alla teglia.

Versare il composto nella teglia e infornare a 180 gradi forno statico per circa 35-40 minuti a seconda dei forni.

Una volta che la Torta pan d’arancio sarà cotta (fate la prova stecchino per verificare la cottura anche all’interno), lasciatela raffreddare prima di estrarla dalla teglia!

1520611_10201977888981290_884917221_n