Come il brutto anatroccolo diventa un maestoso cigno, così da un pò di farina e zucchero, puoi creare delizie per gli occhi e per il palato.



domenica

Sformatino di riso




  • 320 gr di riso

  • 1 mazzo di asparagi

  • ½ bicchiere di vino bianco

  • Brodo

  • 1 bustina di zafferano

  • 1 scalogno

  • Formaggio a pasta filante

  • 30 gr di burro

  • Pepe rosa

Lavate gli asparagi, tenete le punte da parte tritate i gambi grossolanamente. Tritate anche lo scalogno e soffriggetelo con il burro; unite gli asparagi tritati e fate rosolare qualche minuto, poi aggiungete il riso e fatelo tostare a fiamma vivace. Sfumate con il vino e portare a cottura bagnando con il brodo caldo in cui avrete sciolto lo zafferano. Intanto sbollentate le punte in acqua salata per 3': tenete da parte alcune per la decorazione e frullate le altre con un po' di brodo. Mantecate il risotto con il formaggio filante a pezzetti, trasferitelo poi in 4 stampini da budino: dopo 1' sformatelo e guarnitelo con dell'altro formaggio, la salsa e le punte d'asparago tenute da parte e spruzzate con pepe rosa.

4 commenti:

Jelly ha detto...

Che belli questi sformatini! Ho già salvato la ricetta nel mio archivio!
Anche i fiori di zucca qua sotto non scherzano...fantastici!

Carmen ha detto...

grazie mille
jelly
baciiiiiii

Dolceviola ha detto...

Ciao Carmen,
che bello questo sformatino!!!
Complimenti per il blog!

Anonimo ha detto...

ciao a che buono il tuo sfornatino di riso melofaiassaggiare aaa ciao